Dieta

Dieta mediterranea, Italia: gli Stati Uniti piazzano uno storico sorpasso

Nel mondo si sta assistendo ad una vera e propria rivoluzione dei consumi e delle abitudini alimentari al punto che, per quel che riguarda la dieta mediterranea, gli Stati Uniti hanno clamorosamente superato l’Italia considerando i consumi di vino e quelli di conserve di pomodoro.

A rilevarlo è stata la Coldiretti nel precisare, inoltre, che gli Stati Uniti, dopo l’Italia e la Spagna, hanno conquistato pure il gradino più basso del podio per quel che riguarda i consumi di olio di oliva.

A conferma del fatto che per i consumi alimentari si stanno sovvertendo quelli che sono i luoghi comuni, l’Organizzazione degli agricoltori fa inoltre presente che negli Usa, negli ultimi dieci anni, c’è stato un aumento dei consumi di olio del 38% e di vino del 15%, mentre in Italia c’è stato un calo pari, rispettivamente, al 31% ed al 24%.

La Coldiretti ricorda anche che fu un americano a studiare per primo gli effetti benefici della dieta mediterranea che dal 2010 è inserita nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco. Trattasi dello scienziato americano Ancel Keys che per ben 40 anni visse nel nostro Paese, nel Cilento, e che formulò diverse ipotesi e teorie sul legame esistente tra l’alimentazione e le malattie cardiovascolari.